Lettura psicosomatica

La psicosomatica considera ogni persona come un’unità indivisibile, in cui corpo e psiche esprimono la stessa realtà su piani diversi: uno più materiale e l’altro più sottile, all’interno di una concezione olistica, in cui la malattia si manifesta, contemporaneamente, a livello fisico come sintomo e a livello psicologico come disagio.

Ansia, tristezza, frustrazione, rabbia, ma anche disturbi gastro-intestinali, respiratori, della pelle, problematiche sessuali, disordini alimentariquando diventano disagi ricorrenti, danno voce a parti di sé, inconsce, che non trovano una via di espressione adeguata alle esigenze profonde della persona.

In questi frangenti, la vita chiede di prendere coscienza della necessità di un cambiamento.
Rivolgersi a uno psicoterapeuta può diventare l’occasione per aprirsi all’ascolto di sé,
dare vita a nuove consapevolezze e concedersi opportunità inaspettate.

dott.ssa PATRIZIA FINARDI