La Psicoterapia, in sostanza, cos’è?

Uno spazio speciale in cui puoi essere te stesso
nella tua dimensione più autentica:
le parole che non hai mai avuto il coraggio di dire,
quello che vorresti fare e non ti sei ancora concesso,
i sogni, le paure, i desideri…
ciò che non hai mai osato pensare per te e invece meriti.

La psicoterapia è essenzialmente un incontro, un incontro profondo
tra due persone, che decidono, di comune accordo, di intraprendere un viaggio, insieme: un paziente che decide di impegnarsi in un percorso di scoperta di sé e crescita personale, qualsiasi sia il motivo che lo ha condotto lì, e un terapeuta che lo accompagna, in questo viaggio interiore, a riconoscere la propria strada; all’interno di una relazione terapeutica che stimola ascolto, riflessione e conoscenza di sé.

Lo strumento principale della psicoterapia è il colloquio,
finalizzato all’acquisizione di un nuovo livello di consapevolezza.
Essere più consapevoli significa entrare in un processo di cambiamento
che consente di guardare la propria vita con uno sguardo nuovo,
favorendo l’emergere di nuove possibilità e significati esistenziali mai considerati prima.
La psicoterapia è un percorso condiviso:
i tempi e i modi degli incontri vengono concordati insieme durante il primo colloquio, che ha come obiettivo la conoscenza reciproca, la messa a fuoco delle richieste del paziente e la definizione degli obiettivi da raggiungere. Tempi, modi e obiettivi possono essere ridefiniti con l’evolversi degli incontri.

La consulenza psicologica invece, si realizza in un singolo colloquio o in un numero limitato di incontri, che possono svolgersi anche saltuariamente e si focalizza su una questione specifica ritenuta problematica dalla persona stessa.

Rivolgersi a uno psicoterapeuta è un atto d’amore per se stessi e per chi ci è vicino.

La Psicoterapia, in sostanza, cos’è?

Uno spazio speciale in cui puoi essere te stesso
nella tua dimensione più autentica:
le parole che non hai mai avuto il coraggio di dire,
quello che vorresti fare e non ti sei ancora concesso,
i sogni, le paure, i desideri…
ciò che non hai mai osato pensare per te e invece meriti.

La psicoterapia è essenzialmente un incontro, un incontro profondo
tra due persone, che decidono, di comune accordo, di intraprendere un viaggio, insieme: un paziente che decide di impegnarsi in un percorso di scoperta di sé e crescita personale, qualsiasi sia il motivo che lo ha condotto lì, e un terapeuta che lo accompagna, in questo viaggio interiore, a riconoscere la propria strada; all’interno di una relazione terapeutica che stimola ascolto, riflessione e conoscenza di sé.

Lo strumento principale della psicoterapia è il colloquio,
finalizzato all’acquisizione di un nuovo livello di consapevolezza.
Essere più consapevoli significa entrare in un processo di cambiamento
che consente di guardare la propria vita con uno sguardo nuovo,
favorendo l’emergere di nuove possibilità e significati esistenziali mai considerati prima.
La psicoterapia è un percorso condiviso:
i tempi e i modi degli incontri vengono concordati insieme durante il primo colloquio, che ha come obiettivo la conoscenza reciproca, la messa a fuoco delle richieste del paziente e la definizione degli obiettivi da raggiungere. Tempi, modi e obiettivi possono essere ridefiniti con l’evolversi degli incontri.

La consulenza psicologica invece, si realizza in un singolo colloquio o in un numero limitato di incontri, che possono svolgersi anche saltuariamente e si focalizza su una questione specifica ritenuta problematica dalla persona stessa.

Rivolgersi a uno psicoterapeuta è un atto d’amore per se stessi e per chi ci è vicino.

dott.ssa PATRIZIA FINARDI